fbpx

Nel mio ultimo post su linkedin, eravamo rimasti così:

io che ancora imparo a smanettare su Telegram mentre tutti sono già su Clubhouse

ebbene, come per il governo, anche per me nulla è cambiato.

In Telegram invece ci sono delle novità,  diventano disponibili le chat vocali anche sui canali, e senza limiti sul numero di partecipanti.

It’s fantastic!

Gli amministratori dei canali e dei gruppi pubblici ora possono ospitare chat vocali con milioni di ascoltatori, ma non solo, gli amministratori possono registrare l’audio delle chat per poi salvare le conversazioni e pubblicarle per i follower che hanno perso l’evento dal vivo. https://telegram.org/blog/voice-chats-on-steroids/it

Personalmente ho fatto questa fantastica scoperta grazie ad Andrea Ciraolo, che venerdì sera ha tentato la prima chat di prova alla quale purtroppo non ho potuto partecipare, ma il karma mi ha premiato perché poco fa, ho partecipato alla chat di Content Marketing Italia dove ho sentito dal vivo Alessio Beltrami e Raffaele Tovazzi.

Chiaramente ho subito la sindrome dell’impostore, sentendomi piccola piccola e fuori posto, per cui sono rimasta in silenzio buona buona ad ascoltare e per nulla al mondo avrei alzato la manina, ossia lo strumento che ti consente di avvisare gli amministratori che vuoi intervenire al “talk show”.

A questo punto il tema è, avrà un senso studiare anche Clubhouse?

 

 

Benvenuto
WhatsApp