fbpx
Quattro chiacchiere con un consumatore del futuro.

Vi siete mai fermati ad ascoltare un bambino?

Lui è Alessandro ha 10 anni e appartiene alla generazione Alpha, coloro che decideranno i consumi futuri.

Alessandro ha imparato le letterine dell’alfabeto sulla tastiera del tablet per poter vedere i video delle sue canzoncine preferite e oggi con l’avvento della DAD ha imparato a caricare i file su una piattaforma.

Ieri mi ha detto:

ti mostro un edit che ho fatto per Francesca

Per loro è un gioco da ragazzi montare video con foto e ti aggiungono anche i testi.

Gli Alpha, sono nati dentro la tecnologia, ben diverso dalla mia generazione.

Io appartengo alla Generazione X, ho scoperto la tecnologia a 20 anni quando già lavoravo da un po e mia madre mi regalò il mio primo cellulare che io peraltro non apprezzai affatto perché mi avrebbe fatto sentire sotto controllo, ignorando il fatto che mia madre avesse bisogno di sentirsi più tranquilla.

Poi c’è la Generazione Z, ( in realtà ce ne sono diverse, ma non vi tedio), la generazione Z è anche definita la “Generazione 8 secondi” perché preferiscono video molto brevi.
Odiano i testi lunghi e amano molto immagini, meme, testi brevi e coinvolgenti.

Se vuoi vendere un prodotto a quelli della mia generazione sai che puoi trovarli su YouTube, Facebook, WhatsApp, Instagram, Twitter.

Ma se invece vuoi vendere un prodotto alla generazione Z, quelli nati dal 2000 in poi, li puoi trovare su YouTube, Facebook, Instagram, TikTok. Snapchat, WhatsApp, Twitter, ma invece che scrivere contenuti devi utilizzare video, foto, testi brevi e coinvolgenti altrimenti non ti filano per niente.

Quelli della generazione di Alessandro invece sono sotto stretta osservazione del marketing per cui ascoltali quando chiedono la tua attenzione.

Tu a quale generazione appartieni?

GIORNATA MONDIALE DI STAR WARS

Che la forza sia con te.
May the force be with you.
May the fourth be with you. (Da qui la scelta di dedicare questo giorno alla celebre saga di Star Wars).

Dato che in questa pagina, parliamo di comunicazione, prendiamo spunto da Star Wars per analizzare  i 7 step che Donald Miller ci indica per raccontare una storia:
1) un personaggio (Luke Skywalker)
2) ha un problema (dover sconfiggere l’impero)
3) nel momento di massima disperazione incontra una guida
4) la guida propone un piano al personaggio
5) e lo sprona ad agire
6) quell ’azione aiuta il personaggio a non fallire
7) e termina con un successo

In Star Wars, il nostro eroe Luke Skywalker, subisce una tragedia, i suoi zii vengono uccisi per mano del malvagio impero.
Questo mette in moto una serie di eventi:
Luke comincia un viaggio per diventare cavaliere Jedi e distrugge la stazione di battaglia dell’impero, la Morte Nera, permettendo alla Ribellione di sopravvivere e continuare a combattere.
Il tutto sotto la guida di Obi-Wan Kenobi, un ex cavaliere Jedi che allenò e istruì anche il padre di Luke.

Questa struttura è al vertice della comunicazione narrativa, ma può essere applicata anche nella vendita.

Come possiamo rendere chiara la storia della nostra azienda?

Non serve parlare dal nonno che fondò l’azienda nel lontano 1970, ma è importante rispondere alle tre domande cruciali:

1) Cosa vuole l’eroe?
2) Chi o cosa si oppone al raggiungimento di ciò che vuole l’eroe?
3) Come sarà la vita dell’eroe se riuscirà (o non riuscirà) ad avere ciò che vuole?
Per un approfondimento dell’argomento: Donald Miller, Costruire uno Story Brand.

Se hai letto questo contenuto, forse sei interessato alla scrittura sul web.

Vai al link e segui le istruzioni:Copywriting

This is ZenPen

This is ZenPen
Ho la fortuna/sfortuna di poter svolgere il mio lavoro ovunque io sia.

Così mi capita di lavorare dal mio ufficio, oppure da casa, o anche ai tavolini sotto il gazebo alla scuola di calcetto.
Ma la mobilità non sempre è un vantaggio perché talvolta lavorare in contesti diversi spesso rende più difficile la concentrazione.

Da pochissimo tempo ho scoperto uno strumento che mi aiuta a restare concentrata:
This is ZenPen,
si tratto di una zona di scrittura minimalista dove azzeri tutte le distrazioni e puoi occuparti solo di ciò che devi scrivere.
A me è piaciuto tanto

Se hai letto questo articolo, forse hai bisogno di scrivere contenuti per il web.

Vai al link e segui le istruzioni:Copywriting